Pagine

martedì 28 aprile 2009

Fascinazioni



Nonostante io abbia sempre lavorato negli uffici stile di diverse aziende di moda, devo ammettere di avere per me delle tempistiche un po' lunghe per quel che riguarda la metabolizzazione di alcune linee e alcune tendenze... Ma una volta digerite ho degli inspettati colpi di fulmine che non riesco a tenere sotto controllo. Il sandalo in foto ne è un esempio. Lo potete trovare qui. Il problema è che acquistare scarpe di marchi di cui non si conoscono i numeri via internet mi sembra come fare un passo verso un burrone. Non so se riuscirò a sorpassare questo blocco a mio avviso insormontabile. Ma non vi preoccupate, non ho alcuna intenzione di rimanere scalza quest'estate, quindi ho già in atto un piano B per aggirare questo problema. Lo scoprirete nella prossima puntata.

giovedì 23 aprile 2009

Giallo


Non c'è dubbio che per le prossime stagioni, da quest'estate e per tutto il prossimo inverno, uomo o donna che voi siate, il colore su cui dovrete puntare sarà il giallo. Sarà stata tutta questa pioggia a insinuare questa tendenza solare sulle passerelle?

mercoledì 15 aprile 2009

7 Cose che non sapete di me

Anche io sono stata contagiata dalla divertente catena "7 Cose che non sapete di me" che si aggira per i blog in questi ultimi tempi. E' stata Fashion Trotter a coinvolgermi ed ecco qua le mie 7 rivelazioni:


1- Sono nata e cresciuta a Bologna (in centro per la precisione) e nonostante il fatto che ami viaggiare, conoscere posti e culture nuove, credo che non lascerò mai la mia città. Anche se tutti quelli più grandi non fanno altro che dire che Bologna non è più quella di una volta, a me piace ugualmente!








 2- Se avessi le possibilità mi vestirei Marni o Commes des Garcons. 


3- Ho una vera dipendenza dai puntini di sospensione ... li metto ovunque! Attentissima a non lasciare spazi con la parola che li precede e sempre maniacalmente nel corretto numero di 3, non c'è mail o sms che scriva senza metterne almeno un trio... Non potete capire che sforzo scrivere i post... Se esiste un gruppo per disintossicarsene, vi prego, fatemelo sapere!




4- Ho fatto l'assistente costumista (e anche la comparsa parlante) per il film "Paz!". Una delle esperienze più interessanti e divertenti della mia vita. Se potessi, lo rifarei da adesso.


5- Come forse i più attenti avranno capito, sono figlia d'arte. Mio padre è pittore (potete vedere i suoi quadri qui) e questo spiega la mia passione per il colore. Mia madre ha lavorato una vita in uno studio d'architettura. Disegnare mi viene piuttosto naturale anche se purtroppo mi manca il tempo per poter dedicargli il tempo che vorrei. Preferisco scrivere.



6- Mi mangio le unghie (quelle in foto non sono le mie!!!). E' una cosa compulsiva. Lo faccio da che ne ho memoria. Lo so che è un peccato, perchè effettivamente ho delle mani piuttosto belle, ma non riesco a smettere. Riuscì una volta, ma poi ricominciai... Ma questa è un'altra storia.


7- In terza elementare ho deciso che volevo fare la stilista. Per adesso lavoro nell'ufficio stile di un'azienda che fa abbigliamento da uomo. Nel futuro, si vedrà!

E adesso le nomine, il compito più difficile, dato che la maggior parte dei blog che seguo hanno già partecipato a questa catena. La palla passa a:

b-chic-b-simple
ohshesgotstyle
pilloledimoda

domenica 12 aprile 2009

Buona Pasqua

Era un po' che non sbizzarrivo la mia creatività in cucina. Amo cucinare. La cosa che mi caratterizza ai fornelli è che difficilmente ripeto piatti già consolidati. Amo sperimentare. A rischio e pericolo dei miei ospiti. Geni gastronomici, fortunatamente, mi aiutano. Anche questa volta, per la scelta del menù, sono stati decisivi gli ingredienti che avevo in casa. Polpettine di ceci con cuore di mozzarella (perchè i legumi sono sempre in dispensa e la mozzarella stava per scadere). Linguine al pesto di olive liguri (perchè avere un barattolo di olive liguri già snocciolate in frigo ha reso la questione davvero pratica quanto gustosa). Pollo marinato fritto (su cui sospendo il giudizio dato che essenso già pieni è ancora in frigo a marinare). Patate al forno (con una furbissima aggiunta di resti di un fondo di prosciutto per insaporire il tutto). E per finire... Mousse al cioccolato (per iniziare a smaltire l'uovo di Pasqua gigante che mi hanno regalato!).
Il piatto esperimento sono state le polpettine di ceci, davvero gustose!

Ingredienti:
  • 100 gr. di Ceci secchi
  • 1 Uovo
  • 1 Mozzarella
  • Pangrattato q.b.
  • 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • Semi di sesamo
  • Sale
  • Olio
Lessare i ceci dopo averli lasciati a bagno per una notte intera. Frullarli con l'aiuto di un po' di acqua di cottura. Aggiungere un uovo, il parmigiano grattugiato e il pangrattato fino ad ottenere un impasto piuttosto sodo. Formare delle polpettine della dimensione di una noce e infilare un pezzettino di mozzarella al loro interno. Passare le polpettine nei semi di sesamo e cuocere in padella con un po' di olio fino a chè non le vedrete dorate. Passare sulla carta assorbente e servire ben calde. Vi assicuro che sono una vera delizia!!!

Buon appetito e buona Pasqua!

sabato 11 aprile 2009

Questione di punti di vista


Per l'ultima presentazione ovviamente il mio styling era perfettamente studiato. Prima di tutto pensato (come spesso mi capita) in linea con la funzionalità e la comodità. Il mio collega appena mi ha visto ha esclamato: "...come sei Commes des Garcons oggi!!!". Ed effettivamente aveva ragione, pur non avendo nessun capo della Commes, il mood era quello lì!!! ...poi sono tornata da lavorare, dalla presentazione, mi sono fermata a bere un bicchiere di vino al Solferino e li quando mi hanno visto il commento è stato: "...vestita così sembri la nonna Belarda...". Questa cosa mi ha fatto davvero ridere. Questione di punti di vista...

giovedì 9 aprile 2009

Ossessione da PC



Domenica sono incappata casualmente nella tastiera che incarna perfettamente il delirio di queste mie 2 ultime settimane in cui ho avuto 2 presentazioni. Ormai io e il mac del mio ufficio siamo diventati un essere (poco vivente) ma sicuramente unico. ...e sarà per questo motivo che mi sono innamorata di questa borsa della Kaybag frutto della mente dello stilista portoghese Joao Sabino. Se arrivo a 150 € di straordinari quasi quasi me la compro!